31/12/17

2017 in 2 minuti

Dopo il 2014, il 2015 e il 2016, anche quest'anno merita un mega riassuntone sul blog.
Il 2017 è stato pieno di belle cose, di cambiamenti e di sfide. Un anno che purtroppo, anche per questi motivi, mi ha visto bloggare un po' meno. Capita, no?

Ma bando alle ciance e ritorniamo indietro fino a...

Gennaio
Si ricomincia da dove avevo lasciato, col corso di Web Graphic Design a Padova che durerà fino a giugno. Intanto il primo romanzo dell'anno è Wolf (consigliatissimo, lo trovate qui), mi vedo Arrival, miglior film dell'anno, e mi godo i tramonti invernali tra un pizza di Emanuel sensei e l'altra.


Febbraio
La La Land è incredibile, compio ben 26 anni, si va a insegnare lo snowboard al fratellino anche se qualcuno dovrebbe insegnarlo a me, Il grande elenco telefonico della Terra e pianeti limitrofi (Giove escluso) è il secondo assurdo romanzo dell'anno (lo potete accattare qui) e i nuovi studi mi fanno scoprire che il nostro cervello sta attento al massimo per il 30% del tempo.

Poi il film su Mc Donald's ci ispira tanto che Claudia ne farà una tesi di laurea, e il progetto #MyTesyTelling vede finalmente una conclusione.


Marzo
Inizio uno stage in un piccolo e fichissimo studio grafico (seguite Acrobat Service, merdoni!), guardo Wolverine, La bella e Gaston la bestia ed Elliot il Drago Invisibile. Ritrovo anche un vecchissimo e meraviglioso librone illustrato di quando ero piccolo. 
Torno a scrivere un po' di poesia e il blog compie la bellezza di 5 anni!



Aprile
Nei miei ritorni notturni da Padova scopro Una storia Vera vera vera... un programma radiofonico che racconta ogni sera una storia a ritmo di musica. Da qui tanti spunti, tra cui il post sul mostro di Loch Ness

Hannah Baker di 13 Reasons Why è la tendenza del momento, ci scrivo su creando col mio amato Illustrator un'immagine ad hoc. 

Le giornate intanto si allungano e ci facciamo una gita a Sirmione e un bel giretto sulla DeLorean di Canevaworld.

Maggio
Arriva la vera primavera, si va per la prima volta a Milano. Poi ci sono belle cene in riva al mare e Il mondo nuovo di Huxley distesi in un parco.

Aggiungiamoci pure l'ottimo film Animali Notturni (direi il secondo più bello dell'anno) e l'interessantissimo Sette Minuti dopo la Mezzanotte.


Giugno
Din din din din din: Cronosisma di Vonnegut è veramente una lettura strana, Crash Bandicoot ritorna per Playstation 4 e io ritorno bambino, lo stage finisce e inizia la ricerca di un lavoro. 
Per il resto giugno è un mese non pervenuto in compagnia di Wonder Woman...

Leggetevi questa comunque!


Luglio
Trovo il mio primo e serio lavoro, ma devo anche trovare la mia prima auto MIA. La cara Peugeot 206 che mi convince si scopre poi avere un piccolo difetto: la porto a casa e il tessuto del tettuccio mi casca in testa... iniziamo bene!

Ci sono l'ultimo capitolo delle Scimmie e il primo capitolo del nuovo Uomo Ragno.


Agosto
Ho una settimana di ferie, e dove andiamo? Andiamo un po' al Garda e un po' alle 5 Terre
Poi si riprende seriamente a lavorare ma gli ultimi giorni d'agosto accolgono la lieta scoperta di un laghetto meraviglioso a un tiro di schioppo da casa. 

Ecco un Cervello nuotare al tramonto...




Settembre
Scopro cosa significa occupare 8 ore al giorno facendo qualcosa che non siano cazzi tuoi. Poi abbandono le 8 per farne qualcuna in più...
Meglio pensare alle scampagnate in montagna, no?


Ottobre
Arriva la prima fiera per cui tanto si è lavorato, Claudietta si laurea magistralmente e ci si gode l'ultimo sole facendo qualche giretto in montagna e a Bassano. Stranger Things 2 è una figata!

Il blog intanto piange perché non ho tempo e soprattutto energie mentali per dedicarmici. Per Halloween mi viene in soccorso un vecchio racconto che riadatto e pubblico. Non sono morto amici cervelli!


Novembre
Tra straordinari e weekend di lavoro non riesco a ricordare come sia passato questo mese. Però ci sono due acquisti molto molto buoni: il primo è We Are the Champions e il secondo è Macerie Prime del mitico Zerocalcare. Prima o poi ve ne parlerò!


Dicembre
I tempi si fanno più tranquilli, Claudiashish mi regala il concerto di Caparezza e si fa una fuga romantica a Innsbruck. Poi ci sono le feste di Natale e la prima snowboardata di stagione.


E così finisce il mio 2017 in 2 minuti.
Io colgo l'occasione per augurarvi buonissime feste e un buon 2018 e spero di riuscire a farmi sentire più spesso qui dentro, tornando a bloggare meglio e più di prima! Facciamo che è una promessa, dai!

Voi comunque come avete passato quest'anno? Fatemelo sapere qui sotto, che sono curioso!