25/03/17

5 anni col cervello bacato

Ebbene sì, sono passati 5 anni da quando ho aperto questo posto, e come ogni 25 marzo sono qui a dedicarvi due parole per il lieto evento...

Come potrei allora non cominciare col ringraziarvi?
CervelloBacato è un blog personale, uno di quelli di cui la gente non ha bisogno, perché dentro non c'è un tema specifico in cui rispecchiarsi o istruirsi o trovare un punto di riferimento. Qui ci sono io con tutte le mie passioni, le manie, le paure, le idee e via discorrendo. Non esiste una nicchia di riferimento insomma. Un target di pubblico da centrare, come si consiglia di fare a chi deve aprirsi un sito, un canale sul tubo o chissà cos'altro.

Quindi perché siete qui? Cosa vi spinge, dopo tutto sto tempo, a non perdere tempo rimanendo qui?
Certo bisogna dire che qualcuno è profumatamente pagato dal sottoscritto per fingere interesse. Altri invece fanno parte di una cricca segreta di blogger che si spalleggiano a Vicenza per avere un tornaconto personale più che quantificabile in danaro, tanto e molto danaro. Da far girare la testa! E' anche per questo che vi sto scrivendo comodamente da il mio yacht.
Il resto però, che motivi ha?

Ecco, a voi neuroni cari, io dedico un enorme grazie, perché qui sopra, come non mi stancherò mai di ripetere, mi ci diverto tanto, ma questo divertimento, senza di voi, sarebbe poco.
Quindi GRAZIE ancora, e se vorrete continuare a sprecare ore della vostra vita qui con me, allora via che si va con un altro anno!

P.s 
Ah, sì, giusto. Notate niente di strano là sopra? No, non nelle parole in grassetto, che andate a pensare?
Parlo dell'indirizzo di casa, che da oggi è leggermente cambiato (e se lo aggiornate nei blogroll è meglio, per sicurezza insomma!) e perciò "benvenuti" su cervellobacato.it e nelle altre stanze, come la fanpage Facebook, il Twitter, il G+, l'Instagram e l'importantisismo canale Telegram.