21/11/16

Gli animali fantastici dove li trovi?

Li trovi al cinema, tornando di nuovo, pieno d'entusiasmo, nel mondo magico di Harry Potter. O meglio... nel mondo magico molto prima di Harry Potter, perché qui siamo nell'America degli anni '20 e seguiamo le vicende di un certo Newt Scamander, autore di un saggio che poi sarà uno dei libri scolastici che il caro horcrux saettato studierà a scuola, intitolato appunto Gli Animali Fantastici: Dove Trovarli. Magari più avanti ne parleremo in un articolo dato che ce l'ho pure io!
Immagine presa da ilPost

Ma allora com'è questo nuovo film?
Senza troppi giri di parole, dico fin da subito che mi è parso meno coinvolgente rispetto al primo capitolo della saga del maghetto. Credo però che sia del tutto naturale, perché sticavoli, quello era Harry Potter, una delle opere fantasy più apprezzate degli ultimi anni mentre qui, si parte da un suo spin-off, ovvero una "spalla" dei film (e libri) a noi noti.
Nonostante il minor coinvolgimento però, la nuova pellicola riserva moltissime sorprese e alla fine dei conti si presenta come una storia ben fatta, interessante e dal grandissimo potenziale. E m'è pure piaciuta un bel po'!

Newt Scamdander, di professione magizoologo, è un Eddie Redmayne molto particolare, che tratteggia le caratteristiche del personaggio senza mostrarcele tutte e portando sullo schermo un protagonista fuori dai soliti canoni. Anche i ruoli secondari non sono male, con un no-mag (cioè un babbano) assolutamente spassoso e dei co-protagonisti tutti adulti e quindi psicologicamente più complessi del trio d'esordio Harry-Ron-Hermione.
La parte forte comunque è sicuramente l'ambientazione. Vediamo non solo una nuova area geografica del mondo magico, ma anche un'epoca passata, con regole e abitudini diverse e con piccole e grandi differenze rispetto a ciò che il Regno Unito ci aveva fin'ora mostrato.
Proprio sfruttando il periodo storico si inseriscono poi delle tematiche molto mature, più di quanto mi sarei aspettato, e si parla di proibizionismo, razzismo e violenza domestica facendoti sentire la gravità del contesto ma senza per questo appesantire il tutto, rendendo perciò godibile gli Animali Fantastici anche a un bambino che per la prima volta si approccia a quest'universo.

Vengono poi sollevate molte questioni relative alla saga potteriana, con strizzate d'occhio ai fan più attenti e punti di domanda che potrebbero trovare risvolti decisamente cazzuti (e scusate il francesismo). 
Si rimane quindi con un entusiasmante nuovo inizio, che però mi porta a domandarmi che strade imboccheranno i prossimi 4 episodi. Il tema centrale sarà sempre quello degli Animali Fantastici? Il protagonista comunque Newt Scamander? E se così non fosse, come ci si regolerà con i titoli successivi?

Tutte domande che non vedo l'ora trovino risposta!
Voi comunque l'avete visto? E da fan del maghetto, che ne pensate?