25/10/16

La pagina facebook del mio blog è un mortorio

E ad ammetterlo, a dir la verità, un po' mi rode il culo... però mica posso far finta di niente, no?

A questa conclusione ci sono arrivato semplicemente facendo un confronto tra numero di fan della pagina, che al momento in cui scrivo sono circa 650, e quantità di interazioni (intese come like, commenti e condivisioni) sui vari post. Il risultato è pietoso e spesso pubblicare qualcosa risulta utile come parlare ad un muro. Molto meglio, per assurdo, segnalare i miei link nel mio profilo personale.

Ora la domanda è: perché succede tutto questo? Di chi è la colpa?
A mio parere i motivi sono svariati, ma grosso modo potrei riportarvene almeno quattro:
  1. Per come sono organizzati gli algoritmi di Facebook, è molto difficile far notare i post ai propri fan senza investirci qualche soldo. Di questo ne ho già parlato ampiamente Qui.
  2. Da buona parte di chi mi segue sulla fanpage (e questa non è una critica rivolta a voi follower, ma un dato di fatto riscontrabile in moltissime pagine fb) non c'è l'abitudine verso l'interazione, né con un like o un commento, né tanto meno con una condivisione. Di conseguenza (vedi il primo punto nel dettaglio) un mio nuovo status diviene presto invisibile alla maggior parte di chi mi segue.
  3. Non sono abbastanza bravo a creare relazioni e stimolare discussioni e azioni nelle mie pubblicazioni. Il che è molto probabile visto che spesso aggiorno senza dedicarci il giusto tempo. Pretendo risultati ma sono il primo a tirare il freno.
  4. Chi mi segue non è veramente interessato ai miei contenuti.

C'è di sicuro molto altro in gioco, ma non voglio annoiarvi oltre. Considerando questi pochi punti comunque ho deciso di apportare alcuni cambiamenti, dato che continuare così sarebbe una perdita di tempo e di sicuro non voglio chiudere la fanpage. Nonostante tutto, la considero un ottimo canale se ben utilizzato.
Quel che farò e che ho già iniziato a fare sarà perciò questo (sempre riassunto in pochi step):
  1. Migliorare la qualità dei post. Non nel blog, che di quella sono molto soddisfatto ( e comunque ci lavoro sempre) ma su facebook, cercando di coinvolgervi di più.
  2. Invitare i fan a cui non interessa questo posto ad abbandonare la pagina. Una sorta di Brainxit! Averne molti non è inutile, ma addirittura dannoso ai fini del buon funzionamento di una fanpage.
  3. Dopo un po' di tempo dall'auto esclusione sarò io stesso a eliminare chi non è attivo, come suggerito da Bennaker (e con buoni risultati). Qui si va oltre gli Hunger Games!
  4. Tentare di creare una community, nonostante qui si sia nel territorio del blogging e nonostante tale mondo abbia un sacco di grane e problematiche.

L'invito alla Brainxit
Detto questo, spero vivamente di riuscire a migliorare questa benedetta fanpage. Mi rendo conto sia una bella sfida, ma proprio per questo motivo non credo ci sarà da annoiarsi. Vi farò sapere più avanti se tutto questo ambaradàn darà i suoi frutti.

In ogni caso, dato che un canale che funziona bene è quello di Telegram, vi invito, se ancora non l'avete fatto, ad unirvici (o cliccando Qui o cercando @cervellobacato1). Non vi sarà di troppo disturbo e riporterà segnalazioni di post nuovi, articoli interessanti da altri blogger, sondaggi vari ed eventuali e un po' di cazzeggio ogni tanto. Il tutto a meno di una notifica al giorno ;)

Concludo col momento curiosità. 
Voi avete una fanpage su facebook? Funziona? E come vi comportate con le fanpage che seguite? Interagite o... non tanto?