29/09/15

Nuovi inizi e tre V.

Prima di spiegarvi le tre V del titolo torno a scrivere di catzi miei, che è un pezzo che non vi dico niente. Stronzo che sono.

Spero, cari lettori, che abbiate passato una buona estate. Io l'ho fatto quasi fino alla fine, che poi a metà agosto come già detto alcuni acciacchi mi hanno costretto a letto. Però con l'autunno ci siamo. L'autunno mi piace, mi vede in forma. Daje!
Settembre sembra un nuovo inizio, molti dicono sia come un Capodanno anticipato, pieno di buoni propositi che puntualmente verranno sfanculati e ricco di colori, come quelli dei fuochi d'artificio di San Silvestro. Qui ovviamente si parla di foglie rosse, gialle, arancio e marroni, di vallate variopinte e boschi e aria fresca che ti ricordano quanto siano buone le castagne e il vin brulé. Quanto mi manca il vin brulé. 

Gli inizi però Cervello, devi parlare degli inizi, non fare l'alcolizzato!
L'università e il primo tra gli inizi, nonché il più stonato. Sì perché comincio l'ultimo anno e in effetti già non vedo l'ora di finire, di diventare dottò. Ultimo di una triennale comunque, che io anche se c'ho ormai un'età mi sono dilettato a perdere tempo in percorsi sbagliati. Ma poi, sarà stata davvero una perdita di tempo? No, e ne sono sempre più convinto.
Un altro inizio è quello di una collaborazione, che mi vedrà dare una mano alle attività di quel pazzoide di Riccardo dal Ferro nella sua ambiziosa Accademia Orwell, progetto e persona questi che ammiro molto. Ieri c'è stata l'inaugurazione, e se volete rivedervi la serata vi basterà cercare su periscope il profilo di Rick DuFer. Se non sapete cosa sia periscope comunque, ve ne parla qui Ispy.
Inizio che è più un riiiinizio poi, è il tennis. Non che abbia mai smesso, pausa sfigata a parte, ma si riprenderà presto con gli allenamenti e sono davvero gasatissimo. Il lavoro svolto lo scorso anno, in questi tornei estivi, ha dato i suoi frutti, e dopo essermi rimesso nelle competizioni ripartendo dalla classifica più bassa possibile, quella di N.C, sono riuscito a raggiungere la classifica 4.4 nel giro di un paio di tornei e ho accumulato abbastanza punti per salire a... e chi lo sa! Lo scopriremo nel 2016. La volontà comunque è quella di riuscire a vincere un torneo di quarta categoria e classificarmi per giocare in terza.

Accantoniamo ora il discorso sugli inizi però, che vorrei dirvi un altro paio di cosette. Anzi, ben tre. La tripletta di V che nomino nel titolo sono tre micro racconti che usciranno nei prossimi giorni sul blog: Viola, Vanesia e Veleno. Perché questa scelta particolare? Di che parlano? Non vi anticipo nulla, scopritelo da soli. Sempre più stronzo eh?! 
Sappiate soltanto che saranno molto brevi, così non avete la scusa del Ma scrivi roba troppo lunga, nei blog ci vuole brevità e sticazzi e trallallà, e che a parte la lunghezza, racconteranno tutti di una singola storia mostrata in tre differenti punti di vista. E questo è tutto. Per Viola dunque, vi aspetto venerdì! 

E ora tocca a voi. Che avete fatto in questo inizio d'autunno? Qualche nuovo inizio? Nuovi propositi? Raccontatemi un po' di catzi vostri su! ;)