17/12/14

Caro Babbo Natale...

Caro Babbo Natale, quest'anno, dato che sono stato buono, per Natale vorrei giusto un paio di cose. Visto che gli scorsi anni non è che tu m'abbia proprio accontentato, mi è venuto da chiedermi il perché di questo comportamento. Sì, caro Natale, perché non mi hai cagato di striscio? 
Poi mi sono risposto: perché non t'avevo scritto la letterina. Che stolto sono stato, caro Babbo, lo sanno pure i bambini che se si vuole qualcosa bisogna chiedertela in lista, mandandoti la letterina. E allora, giacché sono molto previdente, eccomi qui pronto a correre ai ripari e a rimediare al passato, eccomi pronto a scriverti il mio elenco di desideri arricchito di quelle dimenticanze da letterina che vanno dal '95 al duemilaeadesso. Sono sicuro saprai farmi felice, d'altro canto sei Babbo Natale, lavori un solo giorno l'anno e solo quello c'hai da fare nella vita. Muovi il culone, ciccione bastardo! Cordialmente, CervelloBacato.

Dunque, carissimo, quest'anno vorrei...

Il Super Nintendo con Super Mario Bros e Donkey Kong Conuntry 1, 2 e 3. E Mortal Kombat 3, giusto!
Il game boy color con pokemon giallo, argento o oro, fai tu insomma quale dei tre, sorprendimi!
Il camper delle micro machines.
La bat mobile di Batman, quella con gli alettoni dietro a forma di ala di pipistrello.
La pleistèscion 2. 
L'icsbox
Il cellulare, ma quello con fotocamera integrata eh, e non fare scherzi!
Un giubotto nuovo.
Un ipod.
Un lettore mp3 perché ho capito che io con iTunes ci litigo abbomba!
Un pc portatile.
Un giubotto da snowboard.
Una morosa.
Un'amante (per me, non per la morosa)
Anzi facciamo Iggy Azalea nuda nel mio letto che dice rappando ''Cerv, ho tanto tanto freddo, vieni che il mio culone ti aspetta!''
Una stalker gnocca che non mi lascia pace e che mi faccia capire cos'è la violenza sugli uomini.
L'amore incondizionato di Rooney Mara.
Una laurea.
Una barba tipo la tua, magari non bianca, insomma per quello c'è tempo.
Un lavoro.
Un pacco di soldi che ciao proprio.
Due settimane a Londra, un po' per la città ma un po' tanto per il torneo di Wimbledon.
Una partita con Federer e una notte con Sharapova e Bouchard e Radwanska e Kournikova.

Bene. Credo sia tutto e non mi pare di pretendere chissà che cosa. Se poi, così di fantasia, ti venisse voglia di aggiungere qualcosina, giusto perché, ripeto, sono stato molto buono e come vedi sono una persona umile, fai pure.
E voi, cari lettori stronzi, le avete scritte le letterine a Babbo Natale negli ultimi anni?  Perché allora non cogliete la palla al balzo e recuperate così come ho fatto io? E perché, sopratutto, v'ho chiamato stronzi, così aggratis? La magia del Natale mi da alla testa, perdonate.