19/09/14

Open Minded | #MatrimonioNerd sponsorizzato (di Claudia Daka)

A #OpenMinded arrivano Claudia e Marco, due simpatici innamorati che progettano il loro ormai prossimo matrimonio in una maniera piuttosto particolare, ovvero molto molto nerd. Pronti a scoprire di cosa si tratta?...

Visti i tanti bachi che abitano il mio cervello, quando mi sono imbattuta in questo blog non ho visto l'ora di contattarne l'autore per raccontargli la mia storia, o meglio: la nostra. I portatori sani di cervello bacato, in questo caso, sono due: Daka (alias Claudia), 26enne toscana, eterna laureanda in Comunicazione, e Dark (alias Marco), 30enne veneto di sangue siculo, smanettone che lavora nel settore informatico. Qualche anno fa ci siamo conosciuti su Internet, da un anno conviviamo a Treviso e a Settembre 2015 ci sposeremo a Grosseto... Ma cosa c'è, in tutto questo, di tanto interessante da meritarsi uno spazio su #OpenMinded

Beh, il nostro sarà un matrimonio nerd, all'insegna delle molte passioni che ci hanno permesso di incontrarci e che quotidianamente condividiamo, e, come se non bastasse, sarà un matrimonio sponsorizzato. Non ne avete mai sentito parlare? Si tratta di una soluzione, importata di recente dagli States, per quelle coppie che desiderano sposarsi, ma non hanno le risorse economiche per farlo. Anche il più sobrio dei matrimoni, infatti, ha un costo piuttosto elevato, ma rinunciarvi solo a causa della crisi può essere molto deprimente, per due innamorati... E allora si possono cercare sponsor, cioè ditte e attività commerciali (del settore matrimoni, ma non solo) disposte ad offrire i propri beni e servizi in cambio non di denaro, ma di pubblicità: i futuri sposi, in sostanza, pagano l'organizzazione del grande giorno con il proprio tempo e la propria creatività, al fine di garantire agli sponsor una buona visibilità e promozione; i social network e il web in generale sono strumenti preziosi, in questo tipo di progetto, ma le possibilità sono infinite, e devono essere stabilite con gli sponsor stessi.

Le coppie di futuri sposi che hanno intrapreso quest'avventura sono tante, in tutta Italia, ed è stato proprio leggendo su Internet le loro storie a lieto fine che Dark ed io abbiamo scelto di tentare questo percorso per arrivare a realizzare il nostro sogno di essere riconosciuti ufficialmente come una famiglia e di festeggiare il momento insieme a parenti e amici. Ma niente abito bianco e rinfresco tra pizzi e fiori, per noi: il tema del nostro matrimonio (che sarà celebrato con rito civile) sarà 100% nerd! Videogiochi, giochi di ruolo, giochi in scatola, fumetti, libri, film e serie TV sono i nostri bachi, le cose che amiamo di più, senza le quali non avremmo mai avuto l'occasione di conoscerci, e allora quel giorno vogliamo condividerle con i nostri cari. Non c'è da stupirsi, se pensate che Dark mi ha chiesto di sposarlo programmando un semplice videogioco con RPGMaker (se siete curiosi, ne parlo in questo post del nostro blog)!

Certo, abbiamo dato un bello schiaffo alla tradizione e suscitato, con le nostre scelte, molte perplessità e critiche, specialmente nelle nostre famiglie, ma questo è ciò che siamo e almeno nel giorno più importante della nostra vita non vogliamo rinunciare ad esprimere le nostre personalità per assecondare le aspettative altrui o per paura di essere giudicati. Sorprendentemente, abbiamo ricevuto molto più sostegno e incoraggiamento dal web, da persone che non abbiamo mai incontrato o con cui non abbiamo mai parlato, ma che condividono le nostre passioni e che per questo si riconoscono in noi, ed è una vera gioia ricevere ogni giorno messaggi entusiasti e auguri da nerd come noi. Questo, unitamente alla forza del nostro desiderio, ci da la forza di andare avanti.

Abbiamo iniziato il Progetto #matrimonionerd alcuni mesi fa, il 5 Luglio 2014, aprendo il blog Di per Di e creando un profilo su Facebook, Twitter e, poco dopo, un canale su YouTube. Da allora abbiamo ricevuto oltre 7000 visite e la risposta positiva di alcuni sponsor (tra cui la ditta americana Chessex, che conoscerete se avete mai acquistato dadi da gioco di ruolo al Lucca Games, Mondo di Nerd e tante creative che realizzeranno cose speciali per il nostro grande giorno), ma la strada è ancora lunga e per questo abbiamo bisogno anche del vostro aiuto: se la nostra storia vi piace, passate parola; se invece desiderate contribuire in modo più concreto, potete lasciare una piccola donazione alla nostra raccolta fondi su Kapipal. Ogni aiuto, piccolo o grande, sarà sinceramente apprezzato: grazie in anticipo a tutti coloro che ce ne daranno!