22/11/13

Se ti cavi gli occhi te la cavi bene!

Come già vi raccontavo nel post di lunedì, scrivere dal tablet è un po' una merda quando si tratta di robe lunghe, e le idee, in tutto ciò, sembrano venir assorbite in un vortice di letterine inesistenti che mi fanno le pernacchie al sicuro dietro un touch screen.
Oggi allora vi parlo di due film visti recentemente, ossia ieri, dato che la noia cosmica che mi pervade è alleviata soltanto dallo studio (no, aspetta un momento, cosa?!), da qualche lettura, e dai film in 3d della mia fighissima tv. Sì, ho la tv treddì, fermi un attimo che mi vanto...... ok, fatto! 

Lorax, il guardiano della foresta
Un cartoon questo che m'aveva attirato ai tempi dell'uscita con un trailer molto stuzzicante. Ambienti spogli e tetri si contrappongono a esplosioni di colori che t'azzoppano gli occhi. Insomma, non pareva malaccio, ma poi...
Poi lo guardi, e noti che tutto è permeato da battute un po' sceme e temi "facili". Ti dici "Ok, forse è solo l'inizio, forse c'è sotto uno stile un po' particolare..." e invece un caazoo, sei capitombolato in un fottuto film per bambini! Lo si intuisce dallo stile grafico, lo si comprende da tutto il resto: sviluppo della trama (vuota e che tenta di non annoiare giocando su due linee temporali), battute, significati e messaggi. Ah già, ogni tanto partono le canzoni stile musical... e io odio i musical!!!
Nota positiva il 3d?! Ma ch'è scherziamo? Appena sufficiente. Sfuocato negli sfondi e appena lollevole nei primi piani. Guardatelo, ma solo se avete un marmocchio da zittire al fianco. Su sto banalissimo e bananissimo Lorax quindi, non ho altro da dire. Anzi sì: noia suprema!

The Croods
Altro cartoon è quello dei cavernicoli Dreamworks, che non avevo visto al cine e che quindi, complice il treddì, mi sono sciroppato. E partiamo da quest'ultimo: talvolta la lontananza è indefinita, sfuocata come si diceva per Lorax, ma questo non accade sempre. Ambientazioni, azioni e contesti sono tutti ben resi, tra una vampata di cenere che ti danza davanti agli occhi e spruzzate di polvere e bolle che Cristo, escono dalla tv! Il treddì qui funzia alla grande, tralasciando il piccolo difettuccio di cui sopra.
La storia non è male, movimentata come piace a me, e ci mostra il viaggio di questa famiglia di cavernicoli in fuga dal mondo che cambia, da una Terra in pieno fermento ormonale, che erutta lava e trema tutta. E quindi ecco che lo spettatore ha l'occasione di vedere un pianeta assurdamente variopinto, con flora e fauna ai limiti dell'possimpibile (come insegna Barney Stinson), con un umorismo che yeah ci siamo alla grande e un'ironia espressa anche solo con la pura fisicità dei personaggi che è magnifica, per quanto irrealistica.
Questo è un film bello, davvero, e ci si trova pure il tempo di metterci qualche momento di riflessione, come la differenza tra il sopravvivere e il vivere, il rapporto con le novità e l'uso del cervello per aspirare a un domani migliore, col simbolo della "luce da seguire" che si sposa perfettamente con tutto il significato del film.
Non perdetevelo questo, che funziona bene e diverte! 

Ecco... pure oggi me la sono cavata, e pure gli occhi, ieri, per colpa di Lorax (visto per ultimo) me li sono dovuti cavare. Ma non preoccupatevi, presto m'arriva la tastiera e sò cazzi per tutti ;)