13/11/13

Mostrami le unghie e ti dirò quanto bugie hai detto.

N.B: post un po' maschilista.

E' risaputo: nella vita gli amici vanno e vengono. Alcuni invece, e chiamatela botta de culo se volete, restano. La cosa bella degli amici, giusto per tirare fuori una frase fatta, è che sono si come una famiglia, ma una famiglia che ti scegli tu, e quindi per forza di cose è molto probabile che coi tuoi amici ti ci trovi bene. Più o meno...
E' anche vero infatti che ti ci puoi stufare delle persone, e come puoi romperti le balle tu di qualcuno, pure quel qualcuno può rompersi le balle di te. Uno a uno palla al centro. Però... Però io sono una persona che in questo caso ci resta un po' dimmerda. Lo so, lo so che non posso piacere a tutti, è normale e lo accetto. Ma ''perdere'' un'amicizia così, dal nulla, senza un'apparente motivo e senza uno straccio di spiegazione, senza una parola, senza uno strapene di niente, mi da sui nervi. 
La testa di un uomo in conflitto(?) con una donna

Sapete, cari lettori, io sono un po' maschilista. Tiro fuori il mio maschilismo, ora, dicendo che l'amicizia tra uomo e uomo e i conflitti che talvolta ne derivano sono spesso veri, forti, e soprattutto chiari. E quando qualcosa finisce, almeno lo sai! Ora prendiamo la frase appena detta e cambiamo le parole:
L'amicizia tra uomo e donna e i conflitti che talvolta ne derivano sono spesso falsi, deboli e soprattutto incomprensibilicazzo! E quando qualcosa finisce, se finisce nemmeno lo sai, mai! Praticamente, se non si fosse capito, ho litigato con una donna. O meglio... Non lo so!
Le donne nel gestire le relazioni sono un casino, almeno per quanto riguarda quelle col sesso maschile, e sia chiaro, sono un casino per noi! Delle donne, tu uomo povero coglione, non capirai mai un cazzo. 
Mi piacerebbe spiegarvi a grandi linee quel che è successo, ma non lo capisco nemmeno io. E' la fine di un'amicizia? E' un litigio? E' un ''mi sono rotta le balle di te, caro Cervello''?. Non lo so. Quel che è certo è che non ci si può orientare quando si tratta di donne. Se hanno qualcosa loro non te lo dicono chiaramente in faccia, ci girano attorno, o creano muri di mutismo assoluto, o fanno finta di nulla. Oserei dire che sono piuttosto propense alla bugia o all'omissione.
Ehi, ma guarda che dipende da persona a persona e non puoi fare di tutta l'erba un fascio e... e non rompete che voglio fare il post maschilista!

Mio padre, che quand'ero piccino se ne inventava una più del demonio per farmi fare il bravo bambino, mi diceva: 
Mostrami le unghie. Ecco, bravo, così. La vedi quella macchiolina bianca che hai in mezzo all'unghia? Ecco, quella significa che in questi giorni hai detto una bugia! 

Ma in verità è probabilmente una carenza di calcio e... ohh, ma certo, bugie! faceva poi mia madre, capendo il tranello del suo simpatico consorte.

Ora dimmi, quale bugia hai detto?  mi invitava poi sorridente a confessare.
E lì, pippe mentali nel capire a quale delle tremila bugie corrispondesse quella fottuta macchiolina bianca.

Ecco, io ci credo ancora alla storia delle bugie e delle macchioline sulle unghie, e mi piacerebbe davvero vederle le unghie di queste donne, per capire se e quanto mentono. Il punto è che... Vedi te che queste non si mettono lo smalto?!
Donne, ne sanno sempre una più del demonio e un'altra più di mio padre che ne sapeva più del demonio. Madre, cavati quel cazzo di smalto che me lo mandi in confusione il povero pà! E tu, amica mia, o ti cavi pure te lo smalto o... niente, ''sii uomo''!