21/10/13

La tripletta benedetta: Into Darkness, Side Effects, Gravity

Settimana scorsa e questa, che ormai a pensarci bene sarà pure passata dato che sto scrivendo di venerdì ma leggerete sta roba di non so che giorno della settimana prossima, insomma settimana l'altra e scorsa, mi sono visto tre film fichi.

Se siete sopravvissuti alla lettura di quella cosa là in cima siete stati bravi, onore a voi, davvero. Ora arriviamo a parlarne super veloci, tre recensioni in una, o tre commenti rapidi, che qua mica sono esperto di cinemi. Ah, l'ho chiamata tripletta benedetta perché sono felice di tutti e tre i film. Che botta de culo!
tiamotiamotiamotiamotiamo...

Into Darkness- Star Trek è il primo del trio. Non l'avevo visto al cinema perché il treddì di Man of Steel m'aveva turbato i sentimenti, quindi mi serviva una lunga pausa di ripiglio. In compenso l'ho guardato l'altra settimana. Capito, afferrato il concetto, ve l'ho già detto... Il primo film di Star Trek m'era piaciuto molto, questo in egual misura. Una storia non male, che non annoia, ottimi effetti speciali, personaggi carismatici. Per me che di Star Trek non so na cippa insomma, gente come Kirk, Spok e pure il nuovo cattivo, ma anche il dottore, l'ingegnere e compagnia bella sono tutti personaggi ben caratterizzati e che ti restano nella testa.

Unica pecca del film è il nudo femminile assente... meno male hanno rimediato inserendo una situazione per niente forzata e fuori dal contesto (applausi registrati). Sì, parlo della scena che tutti hanno criticato. Maddai non rompete sempre le palle, essù! Lamentatevi dell'onnipresente lens flare di Abram piuttosto. Quello sì è fastidioso!

Secondo film è Side Effects, con la splendida Rooney Mara che può pure non far niente e per me il film è ottimo così. Se c'è lei non vedo altro, mi perdo nei suoi occhi, ve lo giuro, è bellissima. Riguardo al film comunque, cavolo... tu credi si parli di qualcosa, come pure ti fa intuire il trailer, e poi ti ritrovi un plot twist che non ti aspetti davvero. E' un film che va visto, molto piacevole, molto introspettivo e... Sì, inaspettato, davvero inaspettato.
Rooney Mara vale quelle due ore di film, questo è sicuro. Non solo per la bellezza intendo.


Arriviamo infine a Gravity, che allelujosamente sono riuscito a beccare in 3d al cinema. Bello, bello, bello. O meglio, visivamente è un film impressionante, con un 3d impressionante, con delle scene impressionanti (porcaputtana ma cosa sto guardando?!?!? urlavo mentalmente) e una computer grafica impressionante. Quel che mi chiedo è: come hanno fatto a rendere l'assenza di gravità nei movimenti degli astronauti?! E' una cosa... Boh! Come?!

Purtroppo, nota negativa non piccola, almeno secondo me, è che è un film con pochi contenuti. Voglio dire, si sente abbastanza bene il tema della sopravvivenza, è anche interessante vedere tutto il crescendo che lo caratterizza. Però... qualcos'altro? E poi George, che cazzo, ti sei bevuto troppi Nespresso e ti sei rincoglionito?! Ok, so che non è colpa tua, quindi mi rivolgo a chi ha scritto il tuo personaggio... ma che cazzo è?!?! E' ridicolo!!! George a parte poi, mi aspettavo un pochino più di profondità (ahah è un film in 3d), un po' più di umanità. Era una grande occasione vista l'ambientazione. Vabè, tutto sommato quindi è un bel film, ma non esente da difetti.

Chiudo dicendovi che... Niente, guardateveli tutti e tre! Di certo non vi annoierete ;)