19/08/13

Ahhhahh mi butto dal monte!!!

Che il sabato sera alle 2 del mattino ci viene l'idea geniale: 
'Perché domani mattina non andiamo a camminare in montagna?!'
E noi che siamo geni rispondiamo tutti ovviamente: 
'Sì!'

Mi addormento che saranno le 3.30 e mi risveglio alle 6.30, soltanto un pensiero occupa la mia mente... Bestemmie, bestemmie per tutti, bestemmie come fossero antani! 
Vorrei tornare a letto e chiudere gli occhi ma la mia sveglia samsung (avete presente il trillo fastidioso delle sveglie samsung? no? beati voi!) me lo impedisce.
'Va bene va bene sono sveglio sono sveglio!' le dico, e mia madre apre la porta di camera mia con la faccia di sonno e fa 'Cervè, ma con chi parli a ste ore del mattino?' e io le rispondo con naturalezza 'Con la sveglia ma'! Non si può?'.

Colto da un moto d'altruismo al contrario le chiedo in ordine: dove stanno le coperte, la borraccia, gli scarponi, le calze pesanti, lo zaino da montagna, la crema solare e poi basta, che non sono mica un mostro spietato e vorrei pure lasciarla dormire in santa pace. (in realtà si alza spesso a queste ore, tranquillizzatevi e posate qui sassi pronti al linciaggio, da bravi).
'Ma non potevi cercarle ieri sera ste cose?' mi chiede.
'Ieri, quando sono tornato a casa, non sapevo nemmeno di esistere!' vorrei risponderle.

Si parte, passano a prendermi e via verso nuovi orizzonti. Obiettivo: rifugio Papa dopo le 52 gallerie del Pasubio. Arrivati freschi come kebab alla nostra meta c'è il tempo per un po' di pane e salame e poi via, si deve ripartire, ancora più sù, che noi non siamo contenti se non s'arriva sulla cima di 2200 metri che ci vogliono altre due ore di camminata MANNAJA ALLA MORTE!!! Nella mia mente suonavano potenti i versi di Elio e le storie tese nella canzone ignudi fra i nudisti: Ooohh a me in montagna, mi prende la voglia di andare al mare... Aahhh mi butto dal monte!!!

Dalla regia una mia foto appena scattata. Bei capelli eh?
Sono le 13.30 circa e noi si pranza guardando il panorama, stesi su un prato, l'inguine in fiamme. Esatto, io se cammino mi viene il male di vivere all'inguine.
Dovete sapere che tempo fa presi uno strappo durante un partita di tennis a causa di un campo in condizioni pietose. Ad oggi ogni volta che cammino a lungo sento questo simpatico dolore che mi viene a trovare.

Tempo un'ora e si torna giù verso il parcheggio per un altro sentiero, stavolta in mezzo al boschetto, con stradine belle ripide per far piacere alle ginocchia da principessa che ci ritroviamo. E nulla, a parte qualche sasso rotolato abbastanza vicino al mio cervello che stava per uccidermi, gentilmente fatto cadere da chi mi stava dietro e quindi sopra (smettetela di essere porchi di pensieri) sono giunto alla fine sano e salvo.

Questa mattina sono qui, felice d'aver fatto attività fisica powa' mentre vi scrivo il post prima di mettermi a studiare. Ora devo solo chiedere a mio fratello di portare la mia sedia a rotelle, così posso andarmene dalla cucina verso camera mia e darci dentro coi libri ;)
Dolore...