15/04/13

Proviamo? No dico, proviamo proviamo?

Buondì regazzi! Oggi post veloce veloce in cui come si può intuir' dal titolo: ve la do! Sì, era già successo una volta ma sono così magnanimo che ve la do un'altra volta... la parola! Nel senso che in questo post mi direte voi la vostra. Ma 'na cosa veloce veloce, giuri.
Esatto, non centra nulla st'immagine!
Insomma ho questo raccontino sulle 6000 parole, ''La prateria dei fulmini'', e volevo postarlo a breve ma non troppo. Questo perché l'ultima parte è ancora da sistemare un pochino, e intendevo prima rompere le palle come al solito farlo leggere al carissimo Il Moro (qui il suo blog!), che già gliel'avevo detto che se lo doveva sorbire per primo e farmici le correzioni... Ecco...

Dicevo, pensavo intanto di dividere questo raccontino in tre parti, e postarle qui a distanza di, non so, un po' di giorni, fate conto distribuendoli nell'arco di due settimane. E quindi rivolgendomi a voi: si può fare? Vi va? Non vi va? Non vi frena na pippa di niente?! (quest'ultima domanda è esclusa, chiaramente! l'ho messa solo per fare un po' il simpaticone della pigna, ma voi guai a voi se rispondete così!).

Quindi, racconto in tre parti. Messo in mezzo ai vari post. Si inizia da mercoledì. Va bene? Sì? Beh, io lo metto. Se voi poi lo volete leggere non dovete far altro che... Leggerlo!... Dio, come l'ho strutturata male 'sta frase...

... Ma quando ci vado in pensione, io?...

Ah ecco, dimenticavi di dire ai lettori che qui possono trovare tutte le altre atrocità che hai tentato di scrivere ;)
Saluti!