10/10/12

Puzza di piedi da settimo grado della scala Richter!

C'era un tempo in cui noi giovani maschi, giust'appena superata l'età della fanciullezza ed entrati nel periodo vulcanico, eruttavamo pus giallastro dai brufolozzi che ricoprivano i nostri visi pieni di dune e cune, velati da quei baffetti appena posti sotto il naso. Si insomma, l'età 12-15 grossomodo... Una cosa che proprio è LAPAURA a trovarti un marmocchio di quell'età davanti, magari pure a distanza ravvicinata perchè gli stai dando lezioni di mate, incantato e distratto di tanto in tanto da cotanta bruttezza manifestata in quei rigogliosi e unti capelli semi-lunghi con ciuffo semi-emo perchè oramai pure quelli sono divenuti semi-di moda.

Quella era l'età in cui commisi uno dei più grandi errori della mia vita: invitai un mio amichetto a dormire da me.

Nulla di particolare eh! Anzi lo si faceva spesso tra compagni di classe e non. Ci si trovava da qualcuno per poi passare la notte lì. Quella volta, sarebbe toccato a ArbreMagique (nome del mio compare per tutelare la sua privacy) trascorrere la notte da me. In camera c'avevo due letti, mio e per gli ospiti. Quei due mostri dei miei mini-me c'avevano la loro stanza e quindi tutt'apposto così!

E insomma salutati tutti ci avviamo in camera mia. 
''Vado a lavarmi i denti!'' gli dico, lasciandolo solo a cambiarsi.
Torno, apro la porta per entrare in camera da letto e mi arriva alle narici un'ustione di settimo grado della scala Richter che di confusione mentale, come potete evincere da quanto ho appena scritto, me ne creò parecchia.
''Ah scusa, forse c'è un po' di puzza. Sono le scarpe scusa...'' dice ArbreMagique vedendomi barcollare mentre la mia mano vaga tremante nel vuoto, alla ricerca di un appiglio che sporga in mio soccorso.
''Ma no tranquiiiiillo....Mettile fuoriiiiiiiiiii'' riesco a sputare dalla gola tremando come in preda alle convulsioni, ma tentando il più possibile di non dimostrare alcun disagio per non offenderlo. ''Se vuoi lavarti i denti di là c'è il bagno, con dentifricio e detergenti per bidet e PIEDI.''
''Ah ok! Si dai, magari mi lavo anche i piedi...'' risponde forse capendo il suggerimento forzato che gli sto dando.
''Eh, ''magari'' si cazzo!'' penso con gli occhi che più o meno riescono ancora a mettere a fuoco il mondo che mi circonda.
Nel mentre che lui è di là, spalanco le finestre muovendole avanti e indietro per ''venitlare'' e ''depurare'' l'ambiente. Sono pure tentato di lanciare quelle bombe chimiche giù al piano terra. Poi ci ripenso, ''Qualcuno potrebbe restarci secco e io finirei in galera per aver diffuso chissà quale nuova terribile pestilenza! Sempre che non muoia pure io nel frattempo...!''. Roba che al prione dei GGialli gli menava il cucco!
Metto pantaloncini corti leggeri e maglietta e mi piazzo sotto le lenzuola. Lui arriva. Si stende nel suo letto. Iniziano le chiacchiere e mi accorgo ben presto che i piedi, 'sto disgraziato, non se li è lavati!

''Non è che si può chiudere la finestre? Sai, ho un po' di freddo...''
''Si tranquillo, tanto non fa caldo hai ragione...''. Durante tale risposta sto già bestemmiando mentalmente tirando giù ogni singolo sant'uomo del paradiso. ''Oh scusami, ma ho un sonno assurdo...'' pongo così fine alle chiacchiere dopo pochi minuti di conversazione. Più parlo, più respiro, sicchè...

Ora sono al buio con le lenzuola tirate fin sopra la testa, per respirare quella poca e preziosa aria incontaminata che ristagna nell'area delimitata da esse e il letto. Fa caldo, sudo come un kebab che gira davanti al fuoco. Creo un varco per far entrare ossigeno fresco con un piede. ''Merda, c'è una breccia nel sistema di depurazione dell'aria! Il gas sta entrando, moriremo tutti!'' si agitano allarmati i neuroni che stanno andando a farsi friggere pure loro...
Ci sarebbe rimasto così pure lui...
La puzza si fa sentire, sa di topo morto, formaggio vecchio, vomito e scorregge di balenottera azzurra (immagino siano una cosa maestosa e potente!). Il bastardo non dorme, lo so. Ma non posso dirgli di lavarsi. Lo offenderei. Meglio far finta di nulla. E poi... Tra atroci sofferenze, il lampo di genio!

''Non si può combattere con questo male. Meglio distogliere la barriera lenzuolo, l'unico pilastro che rende ancora sopportabile la sopravvivenza pur anche a livelli assolutamente discutibili. E poi far entrare il veleno, il male assoluto, quel mostro oscuro che Sauron e Lord Voldemort sono due dolci my little pony se ce li metti vicino!
''La notte solo in questo modo potrà passare, e non perchè dormirò, ma perchè sverrò!''.

''Madonna che puzza assurda!'' dice mia madre aprendo la porta la mattina seguente. ''ArbreMagique, va a lavarti i piedi subito! Cervello, tu fa sparire 'sto odore. Prendi un, un,...un Esorcista!''

25 commenti:

  1. Pazzi maledetti; avete rischiato di creare una nuova Chernobyl. Viva la mamma che ha scongiurato la catastrofe. La salvatrice del pianeta terra. Hip-hip... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ha fatto bene diamine! E io che mi facevo tttti quei problemi per niente.... W la mamma!!!

      Elimina
  2. O_O ammazza!! ok, nell'età della botta ormonale è normale avere odori "particolari", ma così...un'arma batteriologica di massa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma poi lo dico?! Ma si tanto qui si resta nell'anonimato! Oggi lui ha ancora questo odoroso problema di piedi... Chissà quando avrá la ragazza.... --"

      Elimina
  3. Oddio ma è inquietante! Mi ricordi un mio compagno, però delle superiori, il che è peggio! Inoltre gli adolescenti si lavano poco e gli ormoni...
    E' stata una lezione, vedila così, non commetterai più questo errore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh questo è certo! Mai piú questi errori!!xD padre maronno ci sarebbe morto! XD

      Elimina
  4. Tua mamma se ha detto davvero quella frase è una grande XD

    RispondiElimina
  5. Mio Dio.

    Che schifo!



    ......e quanti ricordi ehheheheeh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhh ecco dai non sono l'unico che si ricorda gli odori molesti di quell'età xD

      Elimina
  6. un aneddoto che mi ha fatto ridere dall'inizio alla fine...sei un genio! :)
    Ti seguirò con piacere1
    Se ti va di visitare il mio, scrivo racconti, per ora uno in due capitoli, ancora da finire. Eccolo lamiamenteviracconta.blogspot.com
    Ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah grazie grazie, ma non sono affatto un genio xD Magaari! Comunque grazie per la fiducia ;) Ora passo!

      Elimina
  7. Azzolina...tosta la mamma..la mia avrebbe avuto qualche problema a dirlo..lasciando a me l'ardua imposizione!Da adolescente mio fratello invitava spesso gli amici in casa,loro pregavano di vedermi in pigiama..io pregavo che se ne andassero via presto.Non so ma gli ormoni hanno odori,in alcuni ragazzini,talmente forti che come minimo ti viene un accidente mentre inspiri! E siccome io son una che ancor oggi quando ho a che fare con puzze e odori particolarmente sgradevoli,non so fingere e reggo per molto molto poco..Beh,fatto sta che con la scusa di vergognarmi a farmi vedere in pigiama ho scongiurato altre visite degli amichetti.Le prime due righe del post,giuro,mi han quasi nauseato...scusami..sarò in spm e son sensibile anche alle descrizioni particolareggiate...specie di quegli anni dove brufoloni orrendi e capelli bisunti la fan da padrone...L'ultima immagine è quella che rappresenta anche me..ovviamente al femminile!Ehehehehe:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai capito te gli amichetti che volevano vederti in pigiama ;) Furbi eh!? :) Devo ammettere che pure noi, ahimè, quando andavamo da qualcuno che aveva la sorella eravamo un po' rompi scatole xD Comunque boh, penso mia madre abbia reagito così perchè era una cosa che davvero non si poteva sopportare! E meno male l'ha detto perchè io, come invece hai dovuto far tu, non ce l'avrei fatta :/

      Elimina
  8. Contro l'odore come piede vecchio gli eschimesi hanno inventato Ricola, caramelle benefiche per bocca e gola ...

    :-)

    RispondiElimina
  9. Come hai fatto a non morire soffocato? xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ho perso i sensi sperando di non lasciarci le penne xD

      Elimina
  10. Ahahaha piacere di conoscerti :) Una domanda: cosa hai sognato quella notte ???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto da ste parti ;) Comunque non ne ho idea, è passato troppo tempo.. Magari aria fresca e prati fioriti che si estendevano in alta montagna, e gli uccellini che cantavano.. Non saprei xD

      Elimina
  11. Ricordo anche io qualcosa del genere, quando ragazzino dormivo con mia sorella e le mie cuginette, non vi dico l'afrore dei piedi delle tre. Terribile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHah anche le donzelle allora!!! :D Ottimo! Lieto di averlo scoperto ;)

      Elimina
  12. ti capisco io lavoro con gente che è afflita pure da alitosi,se ti avvicini per parlargli svieni.
    abbiamo un magzziniere che gli puzzano i piedi,una volta gli hanno buttato le scarpe fuori dallo spogliatoio.
    aggiungo anche il peruviano addetto alle pulizie,venerdi scorso mi sono chinato per togliermi le scarpe antiinfortunistiche ho avuto la disgrazia di respirare la sua puzza di piedi per poco vomito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah condoglianze! Non vorrei mai essere al tuo posto xD

      Elimina

Vuoi parlarne? Lasciami un commento!
Ti piace quel che hai letto? Condividi sui social!
Non ti piace? Fa' come sopra! ;)