04/10/12

Mi sono tipo fatto la plastica al viso, però tre volte!

CervelloBacato è sempre stato sin da piccino un po' spericolato. Del tipo:

''Ma se io faccio un salto da tre metri d'altezza, e quando sono a venti centimetri da terra fingo di atterrare dopo un salto normale, non dovrei farmi male, giusto?''

Sbagliato Sant'Iddio! Maccheccazzo mi fumavo?!?!

E fu così che io dopo il salto, col culo che avevo, non mi feci niente, mentre il mio amico...
''Cervello, mi fa male la gamba... Vado a casa.''
E si scoprì che se l'era rotta... Non dimenticò di ringraziarmi come si deve... Dettagli!

Insomma, se inquadrate il tipo, ero uno con degli strani e perversi concetti della fisica, ma oltre a ciò, non me ne fregava proprio nulla di farmi male. Quando mi ruppi un braccio ad esempio, non riuscii a smettere di ridere. Soglia del dolore molto bassa?! Bohpoddarsi! Fatto sta che ero solito fare le più disparate acrobazie nelle giostrine del parco giochi. Ero una scimmia impazzita strafatta di zucchero derivante dai Chocos (cerealeSuperCioccoCroccoCioccoloso! ricordate la pubblicità? io si, ne ero drogato! Se la trovate su youtube o internet linkatemela sotto che ne sono ossessionato). Da qui voi forse potete intuire perchè ho scritto d'essermi fatto la plastica facciale per tre volte:


C'era un bellissimo e grandissimo ''castello'' in legno in quel parco giochi, nella zona in cui abitavo. Era munito di scivoli, corde su cui appendersi sospese a un metroequalchebanana da terra, scalette, tettucci e ogni altra quisquilieria possa venirvi in mente. Insomma cosa andavo a fare io, nonostante non ne fossi molto  capace?! Salivo sulle corde sospese, e mi ci appendevo a testa in giù stringendole fra le ginocchia. Perchè Cervello caro, perchè lo facevi?! 


1metroeunabanana è un'unità di misura riconosciuta
a livello internazionale. Usatela!
Le statistiche parlano chiaro. Tre volte su tre, grazie alla mia portentosa forza pari a quella d'un pensionato novantenne, non riuscii a tenere la presa e... Giù, dritto di faccia! La prima volta mi ''sbucciai'' la parte sinistra del viso, impiantando inoltre i miei incisivi da castoro nel labbro inferiore. ''Guarda mamma, posso farmi il  piercing! Anzi due!''. La seconda toccò alla parte destra, e il sopracciglio restò senza... sopracciglio! E la terza, ecco nuovamente la parte sinistra della faccia più una micro frattura al polso. Bel bottino eh? Invidiatemiii...

''Senti Cervellino,'' disse il maestro di scuola prendendomi in disparte, ''per caso i tuoi genitori ti picchiano? A me puoi dirlo. Non succederà nulla di male, ma se lo fanno, devi dirmelo!''

Pensate questo povero d'un vecchietto, che vedeva una dei suoi più brillanti studenti di matematica (eheh, le tabelline non avevano segreti per me! Bei tempi quelli in cui la mate era coi numeri e non con le lettere eh?!) venire a lezione tutto scassato nel giro di nemmeno sei mesi.

''Ma no maestro. Mi spengono solo le padelle bollenti in faccia, giocano a freccette provando a centrarmi gli occhi (poverini, han preso il labbro, tutti e due), e tentano di farmi emettere suoni tipo maracas utulizzando i miei polsi. Ma certo che non mi picchiano!!! Sono solo caduto per terra suvvia! Ero sullo scivolo e...''
''E hai un occhio nero?'' rincarò lui incarnando un sopracciglio e facendomi sentire un po' d'invidia perchè a me mancava quasi del tutto. ''Lo sai che è un classico segno di violenza e la tua scusa e un clichè?!''
''Ma cazzo! Ho i crostoni su tutta la faccia, non mi pare mica strano avere un po' d'ematomi attorno all'occhio no?! E poi cosa cavolo è un clichè?! Un pokemon leggendario?!''

Foto di repertorio...
Non gli risposi così, per carità. Però ricordo che le sue domande m'infastidivano non poco. Ora volendo posso anche capirlo. Mi vedessi io uno studente tutto acciaccato presentarsi in classe così... Cioè passi una volta, ok due, ma tre addirittura?!
''Allora sei scemo figlio mio!'' disse invece il mio babbo ritrovandosi per la terza volta uno zombie che si trascinava sul viottolo di casa.

Ecco quindi che, nonostante le escoriazioni mi deturpassero il viso a mo' di Freddy Krueger, tornai con la faccia liscia e pulita come il culo d'un pupo. Ma se non mi fossi ucciso in malo modo, oggi sarei forse con una faccia diversa?! Quegli acciaccamenti poi spariti hanno forse cambiato la conformazione del mio viso?! Ecchenesò! Il dubbio però m'è venuto svariate volte. Quel che è certo è che ho avuto un culo così a (ri)ritrovarmi col sopracciglio tutto intero. Pensate voi che ovvove sarei oggi con un sopracciglio si e uno no. Di certo avrei il mio stile durante il rituale dell'inarcamento dello stesso in un mio atteggiamento supponente!

Voi giovani fanciulli, avete avuto simili esperienze? Eravate spericolati? Vi siete ''scassati'' il corpo senza farvi troppi problemi o eravate bravi pulzelli prudenti e sensibili (come ogni essere umano normale) al dolore?!

P.s Vi voglio un sacco di bbbbene a tutti quanti voi! (questo lo dedico a Sailor Fede che in questo post uscito dalla spremuta di meningi odierna voleva un po' di zucchero!).