11/09/12

Ok incoraggiarmi... ma anche no!

Premessa:
Ho due Mini-me, ossia fratelli minori che venderei molto volentieri persino a un vucumprà in spiaggia in cambio di cocco bello e fresco! Quello che segue è un episodio riguardante il maggiore dei due con la sua singolare e piacevolissima caratteristica...

Il fattaccio:
Mini-me: ''Dai... Dai...''
CervelloBacato: ''...!?...zzz...''
Mini-me (urlando):''Dai cazzo tira dai! E' puntoo grandee grandee si si!''

CervelloBacato si sveglia di soprassalto col cuore a mille, e osserva quell'idiota di suo fratello che urla nel sonno incitandolo a giocar bene una partita di tennis. Tale partita era avvenuta la sera stessa...

CervelloBacato pensa che gli fanno piacere gli incoraggiamenti e l'entusiasmo mostrato, ma prega il fratello di riservare tali attività nel mentre di una vera partita e non durante i suoi sogni alle tre del mattino.

P.s CervelloBacato sente la madre nell'altra stanza da letto che se la ride per l'ennesima chiacchierata notturna del figlio (anch'esso munito di cervello bacato, a quanto pare...).

P.p.s Giusto per farvelo sapere, la partita l'avevo persa (tanto per cambiare)... Chissà se nel suo sogno è andata meglio!...

P.p.p.s Il Mini-me non ricorda mai nulla dei suoi discorsi notturni. Non sono state rare le volte in cui sono riuscito ad estrapolargli informazioni riguardanti le sue storie amorose (per poi ricattarlo il giorno seguente) e a farmi chiacchierate e due sganasciate con gusto. Appena avrà il bancomat... Eheheheh!...