11/06/12

Sudore ascellare in agguato!

Oggi vi espongo un simpatico problema che purtroppo mi assilla da tempi antichi...
Il SUDORE ASCELLARE!!! 

Fastidioso vero? Non pensiate che sia un puzzone che non conosce i deodoranti e l'igiene personale, mi lavo ogni giorno, mi profumo ogni giorno e mi deodoro (credo di non aver mai mai mai usato questo verbo) ogni giorno! Altolà il sudore! Si, Sto cazzo!

Ecco qui tutti gli imprevisti che stimolano le mie ghiandole sudoripare a produrre la simpatica chiazza sempre ben vista dalla gente che mi circonda:

Ella Peppa che deodorante efficace!
-Estate, doccia appena finita. E tu soddisfatto pensi ''Ahhhh che freschezza, ci voleva proprio!'' Se il sole batte e non sei al riparo non hai nemmeno il tempo di finire il ''prio'' della parola ''proprio'' che già le senti fremere le ghiandoline, che però non osano ancora sferrare il loro attacco illudendoti con una quiete fasulla. Metti caso che magari devi andare ad un appuntamento importante, metti caso che magari devi anche solo fare la spesa, volente o nolente quando sali nella tua macchinina e accendi l'aria condizionata ed inizi a guidare con arieggiamento sufficiente, 'ste stronze ti tradiscono e versano lacrime di gioia coscienti del fatto che hanno vinto ancora loro! Bastarde!

-Autunno/inverno, con quelle giornate un po' bollenti un po' ghiacciate che nemmeno il Signore Iddio riesce a comprendere, e tu vestito a cipolla speri di non far la fine della cipolla vera e propria portandoti dietro quel tipico odorino che la contraddistingue. Tu ci provi eh, ma se appena ti vesti pesante perchè arriva la botta di freddo, causa una nuvola che copre il sole, e la suddetta nuvola poi sparisce nel nulla abbandonandoti a selvagge vampate di calore beh... C'è poco da fare... Vincono ancora le tue ascelle!

-Scuola/Università, perchè in questi luoghi non hanno ancora imparato a gestire i riscaldamenti (è un dato statisticamente provato eh!)... Passi metà dell'inverno a gelare durante il tragitto casa-scuola e quando finalmente varchi la soglia dell'amato edificio, aspettandoti un dolce tepore accogliente, no! Freddo! Caloriferi fuori funzione... Per metà anno... Ogni giorno... Non esiste! Arrivano poi le belle giornate, quelle un po' più calde in cui pensi ''Beh, si sta bene anche a riscaldamenti spenti!'' ma no, anche qui la sorpresa, riscaldamenti finalmente funzionanti e caldo, caldo, caldo! Quindi ascelle in azione! In questo caso vabè, c'hanno pure ragione eh!

-Tragitto in autobus/treno, luoghi in cui quasi sempre sei ''splaccicato'' ad altre seimila persone tutte 'ncazzate nere per la disdicevole situazione. Può essere che c'è l'aria condizionata accesa e allora hai un culo così perchè non capita quasi mai, ma in caso contrario (e che io ricordi è sempre così) l'unica aria che senti è quella viziata, quella pesante che neanche fossi nel deserto del Sahara mannaggiallamiseria, che s'insinua prima nelle tue povere narici provocando spasmi facciali di disgusto e poi... S'infiltra calda e fastidiosa sotto le braccia (e qui non solo sotto alle tue, almeno c'hai buona compagnia) e viaaa di sudore ascellare selvaggio!

Ce ne sono altre tremila di situazioni fastidio (suvvia non fate i timidi che anche a voi vi sudano non c'è da vergognarsi) ma non ve le cito perché sul serio finisce che pensiate che sia un gran puzzone! ;)

Ora scusatemi, ma vado a darmi una rinfrescatina. Stare seduto col pc bollente sulle ginocchia a scrivere con 'sto calore, m'ha scatenato le sottobbraccia!