21/04/12

Inno a Nostro Signore Iddio


Inchinati, prostrati di fronte al tuo Dio
stupra la terra e intossica il cielo,
mostragli fiero tutto il tuo amore
uccidi il tuo prossimo, strappagli il cuore,

massacra le bestie e scuoiale vive
vantate il suo vanto o splendide dive,
ingozzati e ingurgita lurido umano
evita gl'occhi a chi tende una mano.

Bramalo, amalo il tuo Signore e Dio
e stupra le infanzie perverso d'un boia,
incornicia l'amata di Amanti e gioielli
ammalati sperpera e strappa i capelli,

vomita fiero parole nel giusto
volta la faccia se poi siedi in alto,
sei un verme ignorante, orgolioso ignavo
ma mai tradirai dolce Dio il Denaro.


di C.B.