14/04/16

Florence and the Machine | 13.4.16 Bologna

Lo scatto incredibile è di Mathias Marchioni
Inizia tutto sulle note di What the Water Gave Me. Suoni profondi, voce bollente, e migliaia di occhi e obiettivi s'incantano ammirando quello spettacolo quasi onirico che è Florence Welch. Sul palco è salita una dea, uno spirito coi capelli di fuoco che danza avvolto da un trasparentissimo abito turchese. Wow! Ma dove diavolo sono finito?

Lo ammetto. La mia morosa m'ha fatto una sorpresona con questi biglietti! Un regalo del genere non me l'aspettavo e sentire Florence + the Machine dal vivo era da tempo un mio enorme desiderio. Ieri ho assistito assieme a lei a uno dei concerti più belli che mi sia capitato di vedere. E non tanto per la scenografia o lo sfarzo dell'esibizione, che erano in realtà piuttosto contenuti, quanto più per l'energia vibrante di questo gruppo e per la voce incredibile della sua cantante. Temevo, avendo sentito qualche live sul tubo, di rimanerne deluso, e invece più di una volta sono rimasto a bocca aperta e con la pelle d'oca alta due metri di fronte a un talento così magnifico.

Abbiamo saltato come pazzi assieme a tutta l'arena con Dog Days Are Over, mentre sotto sotto pensavo 
Cazzo, sono stato un po' pirla a fare lo scherzone ad Ale Tredici che domani ha la data di Torino dicendogli che la cara Fiorenza s'è cappottata dopo un salto e che ora ha smesso di cantare (non c'è cascato per fortuna),
e ci siamo meravigliati di fronte a un cielo stellato di flash che incorniciava una Cosmic Love pulsante, inondata in ogni dove da infiniti palloncini rossi a forma di cuore, tanti da sorprendere la stessa Florence. E poi ancora, una dopo l'altra, la gasatissima Shake It Out, una You've Got the Love con invito esplicito ad abbracciarci, baciarci e volerci bene tutti quanti (guardando giù c'era una massa di gente aggrovigliata stile orgia), e poi Sweet Nothing spogliata di ogni tamarrata alla Calvin Harris e resa così ancora più potente...

Mamma mia. Che gruppo incredibile. Che atmosfera. Che intonati io e la mia bella mentre facciamo da accompagnamento! E che artista eccezionale Florence Welch, fatta non di sola voce ma di passione per la musica e (anche se forse talvolta esagerava un pelo) amore per i suoi fan. E' stato grandioso, e non aggiungo altro. Vi lascio però con un filmato del mio scrausissimo smartphone. Certo è che se ne avete l'occasione, almeno una volta, dovete andarveli a sentire live. Ne rimarrete estasiati!