30/03/15

Boomstick Award 2015!


E quest'anno, infine, sono riuscito a beccarmi ben due Boomstick Award! Ringrazio quindi Drama Queen, che nel paragonare i propri premiati a qualcosa riguardante l'ambito teatrale mi ha accostato al teatro dell'assurdo (troppo fico!), e Rento Portento, un giovine e talentuoso blogger che s'è addirittura inventato una rubrica prendendo ispirazione da un mio post. Un onore per me, pochi cazzi! Grazie quindi, davvero!


Ma passiamo a noi. 
Cos'è il Boomstick Award? 
Creato da quel bad boy di Hell è  il bastone di tuono di Ash ne L’Armata delle Tenebre. Una doppietta Remington, canne d’acciaio blu cobalto, grilletto sensibilissimo. Magazzini S-Mart, i migliori d’America. 
Perché un Boomstick?
Perché il blog è il nostro Bastone di Tuono!
Come si assegna il Boomstick?
Niente di più facile: dal momento che in giro è un florilegio di premi zuccherosi per finti buoni (o buonisti) & diplomatici, il Boomstick Award viene assegnato non per meriti, ma per pretesti.
O scuse, se preferite.
Nessuna ipocrisia, dunque.

Regole in velocità e poi vi svelo i magnifici sette!
Per conferirlo, è assolutamente necessario seguire queste semplici e inviolabili regole:
1 – i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore
2 – i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione
– i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto
4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite
Inoltre:
a) il premio può essere assegnato dai sette vincitori ad altrettanti blogger meritevoli, contribuendo a creare, come tutti gli anni, una delle più gigantesche catene di sant’antonio che la storia di internet ricordi
b) premio e banner sono di mia creazione, quindi gradirei essere citato negli articoli relativi
c) il Boomstick è un premio cazzuto. Se l’avete vinto non siete di sicuro delle mezze cartucce, ma… se non rispetterete le 4 semplici regole che lo caratterizzano, allora mezze cartucce diventerete
e vi beccherete d’ufficio, in quanto tali, il celeberrimo Bitch Please Award.

E allora via senza ulteriori indugi! Meritano il Boomstick Award:

1 Marco Goi perché mi fa spendere soldi al cinema!
2 Signorina Silvietta perché mette la sua mano a mia disposizione. Oddio quanto suona male! Intendo per disegnare eh! Diciamo allora che mette la sua matita a mia disposizione, meglio.
3 Mommy Oak perché ha appena aperto un blog, è abbastanza schizzata e... già, è mia zia. E anche perché mi chiederà ''Dà, ma che è quella cosa del Boomstick Award che mi hai scritto?!''
4 Germano Hell, perché pure se gliene sono toranti indietro ventordici io glielo do lo stesso, che a me il suo blog piace, sticazzi!
5 Ispy 2.0 perché siamo due persone molto diverse, almeno per quel che riesco a conoscere di lui, ma accomunate da esperienze e idee piuttosto bizzarre.
6  I ragazzi di Scrivere Creativo, perché hanno accolto il mio #RaccontoVolante con un entusiasmo senza pari.
7 Riccardo Dal Ferro ma... qui faccio una piccola eccezione alla regola. Non lo premio solo come blogger (scrive davvero in maniera eccezionale), ma anche e soprattutto come youtuber, perché è originale, geniale, bravo, interessante, e ha il codino e dei baffi antipatici.

Con questo io vi saluto e mi auguro andiate a far loro una visitina!