08/12/15

#1VoltaProVsContro | Aspettare la persona giusta per farlo?

Ieri mi sono divertito a lanciare un hashtag su Twitter in cui chiedevo, secondo la vostra opinione, quali sono i pro e i contro di aspettare la persona giusta per farlo. Alcuni hanno simpaticamente detto Ma aspettare per fare cosa? Le tagliatelle?, altri invece si sono cimentati all'ardua impresa di chiarire la questione tirando in ballo rotture di scatole, situazioni romantiche, deliri sull'esistenza stessa di tale persona e svariate altre turbe mentali.
Perché vi parlo di questo hashtag comunque? Il motivo è molto semplice. Ho deciso che una volta ogni tanto, quando avrò bisogno d'ispirazione per scrivere un post, chiederò il vostro parere creando appositamente un argomento cancellettato (questa parola l'ho appena inventata, caspita come sono creativo!) che voi utilizzerete su Twitter o altri social per rispondere. E ora quindi, senza ulteriori indugi... sotto con la persona giusta!

Aspettare la persona giusta per fare le tagliatelle all'amore ha certamente un Pro enorme: la persona giusta. E grazie al cazzo direte voi! Che razza di risposta è? A mio parere, come a quello di altri, non è così banale. Trovare la persona giusta regala sicuramente un'atmosfera migliore grazie a un'intesa che non si può avere col primo disperato che passa o con un trombamico.  

E' tutto molto più intimo, c'è più complicità e idealmente credo che chiunque ricerchi quest'esperienza, soprattutto la prima volta. A meno che, certo, non siate proprio dei cani in calore e non vi freghi assolutamente nulla, zero pensieri insomma, hakuna matata, e questo può pure essere eh! Nel caso, eccovi un croccantino.
Altri Pro che mi avete suggerito sono la sensibilità reciproca, il maggior rispetto per l'altra persona e le paroline dolci sussurrate all'orecchio. Ma ci sono anche le vie di mezzo...


Di certo sulla questione vi siete sentiti molto più a vostro agio coi Contro...
e divertimento a parte, il vero problema dell'aspettare la persona giusta è diventare paranoici rendendo la verginità un tarlo enorme che s'insinua ben bene nel cervello, tanto più se sei uomo e gli anni passano. Aumenta l'insicurezza per quando arriverà il momento, vista l'inesperienza, e c'è la pressione sociale e quindi il confronto da parte di tutti gli altri amici che invece l'hanno fatto e ne parlano. Non di meno fa capolino la paura di combinare un casino facendo scappare la persona giusta quando la si troverà e giungerà finalmente il momento tanto atteso. Che poi se è giusta mica scappa, ma vaglielo a dire tu al paranoico verginello, uomo o donna che sia.
Qualcuno poi vede anche dei lati positivi nonostante i Contro (i pro dei contro?!), ma è difficile immaginare quale preparazione si possa fare senza scomodare la ricerca della pace zen interiore o roba simile. Oppure un allenamento a seghe e sgrillettamenti! Dite che è valido? 
Perché parlando d'esperienza c'è chi suggerisce tutt'altro...
salvo poi ricredersi con un'eccezione mica da ridere!

E' possibile quindi sfociare nel più tragico pessimismo? Ovviamente sì, non c'è limite al disagio umano, né in questo mondo, né nell'altro. E se poi questa fantomatica persona giusta nemmeno esiste stiamo qui a parlare di fuffa e poco altro.



Di certo si può prendere tutto con filosofia (w l'amore per la sapienza!) e un pizzico di razionalità in più. In tal caso, le parole di Ary possono concludere bene il dibattito e quietare gli animi facendo appello al buon senso:
Per questo primo argomento con hashtag #1VoltaProVsContro è tutto allora. Vi aspetto ancora più numerosi per il prossimo tweet sondaggio. E se nel frattempo voleste continuare a giocarci sparlando di prime volte, fate pure sia sul social che qui sotto, che mica m'offendo! Ciao Cervelli!