16/10/14

Top 10: le tenniste più brutte di sempre!

Dopo l'apprezzatissimo post sulle 10 tenniste più sexy di sempre e dopo l'altrettanto curioso articolo sui 10 tennisti più iconici di sempre, ecco il ritorno del gentil sesso in tutto il suo... ehm... splendore?
Diciamolo, non sempre madre natura è buona e generosa; spesso anzi si diverte a fare gli scherzoni alla gente, che poi poverina, si ritrova inserita in una classifica di bruttezza da parte di pezzi di merda proprio come me. E' che io amo il tennis in tutte le sue sfaccettature, e quindi che ci volete fare? Niente, appunto. Aprite bene gli occhi e godetevi la mia stronzaggine!
10) Marion Bartoli
Che se la vedete truccata e tirata, la francesina, non pare nemmeno male. Però lo sappiamo che le donne sono tutto un trucco, e quindi grazie al cazzo. Non è un trucco però il suo orripilante stile di gioco. Rovescio a due mani, che ok può starci, servizio con movimenti robotici che se lo guardi dici ma che cavolo sta facendo, e per finire, dritto a due mani. Lo ripeto perché so che non ci si crede... dritto, a, due, mani. DUE MANI!!! Il fottuto dritto!!! Ma scherziamo?!
Stile di gioco a parte la Bartoli ha conquistato 8 titoli WTA e per non si sa quale miracolo divino è riuscita a vincere Wimbledon 2013 raggiungendo il suo best ranking alla settima posizione mondiale. Un mese dopo s'è ritirata. Sei una grande Marion!

Sai cosa Kim? Sei bella lo stesso!
9) Kim Clijsters
Tanto schifo la Bartoli quanto adoro l'incredibilissima Kim. Un concentrato di pura potenza e agilità, un talento incredibile, una ex numero 1 del mondo (prima belga nella storia a raggiungere tale traguardo) che ha saputo vincere 6 tornei del Grande Slam, 4 in singolare e 2 in doppio. Una carriera però tormentata dagli infortuni, con un ritiro nel 2007 ma anche con un sorprendente ritorno nel 2009, che ha fatto cacare sotto avversarie del calibro di Serena Williams e Maria Sharapova. Un'ormai ex tennista mamma insomma, che al tennis ha regalato davvero tanto.

8) Serena Williams
Quando Dio distribuiva la femminilità lei
era in bagno a pisciare in piedi.
Serena deve giocare con gli uomini, punto. Cioè, ma l'avete vista bene? E' enorme, è potente, è cattiva, e urla come una disgraziata a cui stanno amputando un braccio. Ma che cazzo te urli Serè?! 
Decibel e mascolinità a parte, la minore delle sorelle Williams è ormai una leggenda di questo sport. Quando è in forma, ovvero quando non ha acciacchi fisici, è praticamente invincibile su ogni superficie, quelle veloci in particolare. Ne sono prova le sue ben 22 finali nei tornei del Grande Slam, con 18 vittorie e il suo oro olimpico ai giochi di Londra. E questo è solo il singolare, perché col doppio, in coppia con la sorella Venus, abbiamo 13 vittorie negli Slam e ben 3 ori olimpici. Serenona cara, esticazzi no?

7) Carla Suarez Navarro
Best ranking numero 14, non brillanti piazzamenti nei tornei importanti e un solo titolo WTA in bacheca. La nostra cara Carla, che pare più un Carlo, non ha avuto grossissime soddisfazioni in carriera per il momento, ma sfoggia un tennis molto fantasioso, agile ed elegante. Una delle poche donne (ok sì, è una donna) ad avere il rovescio a una mano. Che dire? Beh, questa cosa mi piace. Però basta, solo questa, quindi non t'allargare.

6) Svetlana Kutsnetsova
Un'orchessa. Bassa, tarchiata, due gambe così, bruttina forte. Pare strano ma è di origine russa, sapete, la stessa di quelle altre gnoccazze delle sue colleghe. Comunque sia, Svetlana è stata numero 2 al mondo, in carriera ha collezionato ben 14 titoli WTA e due tornei dello Slam, e non male pure nel doppio con 16 titoli WTA, una vittoria agli Australian Open e la terza posizione mondiale. Dal 2009 però inizia una discesa che ciao proprio, non riesce più a vincere una mazza, e oggi si assesta alla 27esima posizione. Svetlana dolcissima, non t'arrendere che un altro coniglio dal cilindro sono sicuro riuscirai a tirarlo fuori.

5) Billie Jean King
Infatti mi manda in culo...
Billie Jean... già... she's not my lover, poco ma sicuro. Anche perché non sarei il suo tipo credo, ma suvvia, è una cosa condivisa, si va d'accordo. Già comparsa nella mia classifica dei tennisti più iconici di sempre, la King è famosa, oltre che per essere stata un'ottima giocatrice (numero 1 del mondo ragaz!) per aver lottato da sempre per i diritti delle donne, e per veder riconosciuta la parità dei sessi nello sport tanto quanto nella società. Ecco appunto. Leggesse sto post mi tirerebbe una racchettata sui denti probabilmente. Perdonami ti prego.

4) Justine Henin
Che rovescio però ragazzi, che rovescio!
Magnifica. Tennisticamente parlando, almeno, la belga Justine è magnifica. Una Roger Federer femmina a detta di molti. Ex tennista ed ex numero 1 del mondo, la Henin ha vinto la bellezza di 43 titoli WTA, 3 tornei dello Slam e l'oro olimpico nell'edizione Atene 2004. Molto curioso poi il suo ritiro nel 2008, anno in cui era numero 1 al mondo, in cui disse di lasciare perché sì, il tennis sarà anche figo e quel che volete ma io ho voglia di fare altro nella vita. Justine ma che cazzo stai dicendo?!?! Comunque sia torna nel 2010 per concludere definitivamente un anno dopo. 

3) Francesca Schiavone
Orgoglio italiano, si aggiudica il podio la carissima Francesca Schiavone, che è riuscita nell'impresa di portare un po' di buon tennis sui nostri calciocentrici schermi televisivi. Quando? Ma nel 2010, anno in cui riuscì a vincere il Roland Garros sconfiggendo lungo la strada Li Na, Kirilenko, Dementieva, Wozniaki e infine Stosur, facendomi saltare dal divano sparando spumante in ogni dove e rompendo muri del suono a forza di rutti di giubilo. Non sarai un fiorellino, ma io ti ho amato, sallo! Sei una grande! Sei la nostra leonessa!

2) Dinara Safina
Detta anche ''il fratello brutto di Marat Safin'', l'agghiacciante Dinara è stata dominatrice assoluta nel 2009, anno in cui ha occupato il primo ranking mondiale divenendo la spina nel culo di tutte le tenniste del circuito. Non ha mai vinto uno Slam però, ah ah ah, e quindi col cavolo che sei come tuo fratello, maledetta gigantessa. Sì, se non s'è capito, a me questa non m'è mai piaciuta ,nemmeno per sbaglio. Blah! Vabè, diamole un merito: ha vinto l'argento a Pechino 2008. Fine.
1) Lindsay Davenport
Pura potenza. Superstar degli anni '90 l'altissima Lindsay ha vinto un oro olimpico ai giochi di Atalanta del '96 e ha collezionato 3 tornei dello Slam, beccandosi pure la prima posizione mondiale e restando in campo fino al 2011, anno del ritiro. Dotata di un gioco violento, principalmente costituito da scambi da fondo conclusi con vincenti infuocati, la cara Davenport conclude la nostra classifica delle bruttazze del tennis. Datele una medaglia, per Dio!